Il glossario pokeristico di 888Poker

GLOSSARIO POKER

Ti sei mai chiesto il significato di quel termine pokeristico che continua a spuntare fuori da ogni lato? Grazie al glossario di 888poker, da oggi non dovrai più preoccupartene! Qui troverai l’analisi dettagliata di ogni singolo vocabolo inerente al mondo del poker. E siamo andati oltre, includendo anche alcuni consigli strategici.

Questa pagina contiene l’intero glossario. Sentiti libero di usarla come base per navigare e identificare le parole chiave e i termini di poker. In alternativa, puoi usare i topic relativi alla fine di ogni pagina per muoverti direttamente tra le voci del glossario.

TERMINI POKER

 

 A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M 

N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z

 

A

Ace High – Una mano senza nemmeno una coppia, la cui carta più alta è un asso.

Action – Può riferirsi a ognuna delle opzioni possibili durante le fasi di una mano, ovvero bet, raise, call, check, fold ecc. 

Add-On – La somma di fiche che può essere aggiunta al nostro stack durante la pausa designata, dietro pagamento di una cifra, normalmente simile a quella del buy-in e del rebuy.

A-Game – Si riferisce al nostro miglior gioco possibile, dal punto di vista dello stato mentale.

Alias – Indica il nome online del giocatore. I pokeristi online sono spesso conosciuti con il loro alias o nickname.

All-in – Indica l’azione di mettere al centro del piatto tutte le proprie fiche.

Angle – “Angle shooting” si riferisce ad una serie di comportamenti borderline atti ad acquisire un vantaggio in modo non propriamente pulito.

Ante – Pagamento obbligatorio compiuto da tutti i giocatori al tavolo prima della distribuzione delle carte. Spesso l’uso dell’ante avviene nelle fasi avanzate degli MTT. Per scoprirne di più, leggi l’approfondimento dedicato.

 

B

Backdoor – Indica un progetto che necessita di due carte consecutive per chiudersi.

Backraise – Indica un re-raise fatto dopo aver solo chiamato in precedenza nella stessa strada.

Bad Beat – Indica una mano persa in modo sfortunato.

Bankroll – È il termine usato per descrivere la totalità dei fondi a disposizione di un giocatore destinati al poker.

Barrel – Indica una bet effettuata dopo essere stato il giocatore più aggressivo nella street precedente.

Belly Buster Un sinonimo colloquiale del termine gutshot.

Bet – “Bettare” significa effettuare la prima puntata al tavolo.

Big Bet – Indica la più grande delle due bet-sizing designate nei giochi fixed limit. Normalmente viene utilizzata negli ultimi giri di puntata, una volta che il pot si è ingrandito.

Big Blind – Il Grande Buio. È la puntata obbligatoria del secondo giocatore alla sinistra del bottone del dealer, prima della distribuzione delle carte. 

Blank – Una carta bianca, ovvero che non influenza l’action in modo significativo. Normalmente si tratta di una carta bassa che non chiude nessun draw.

Blind (Buio)Eseguire un’azione al buio significa compierla senza aver guardato le carte.

Blocker – Un “blocker” è una carta che ha l’effetto di rimuovere carte nel range dell’avversario; per esempio, se abbiamo un K in mano, è meno probabile che il nostro avversario abbia un K nella propria mano.

Blocking Bet – Piccola bet pensata con l’idea di anticiparne una più grande del nostro avversario in caso di un nostro check. Consulta attentamente anche la voce blocker.

Bluff – Bet con una mano debole pensata per far foldare al nostro avversario una mano migliore.

Bluffcatch – Chiamare con una mano che ha possibilità di battere solo un eventuale bluff avversario.

Board – Indica le carte comuni in varianti come Hold’em ed Omaha o le “upcards” nella variante Stud.

Boat – Termine colloquiale per il full. Scopri di più nell’analisi dedicata.

Bot – Definizione di un giocatore non umano ai tavoli da gioco. Nonostante sia illegale nella maggior parte dei siti, alcuni ancora trovano un modo per inserirli ai tavoli.

Bounty – Premio che può essere vinto dopo aver eliminato un giocatore dal torneo. A volte la taglia può essere messa sulla testa di un giocatore professionista, specialmente se questi ultimi sono sponsorizzati dal sito in cui si svolge il torneo.

Bring-in – Puntata obbligatoria effettuata dal giocatore a cui è stata distribuita la carta più bassa nello Stud. Il giocatore può decidere di pagare solamente il bring-in o completare con una piccola bet, se gradisce le proprie carte.

Broadway – Qualsiasi carta dal T in su può essere definita Broadway (T, J, Q, K e A).

BRM Acronimo di bankroll management, ovvero gestione del bankroll.

Bubble (Bolla) – Fase del torneo che precede la zona premi.

Burn (Bruciare) – Nel poker live il dealer brucia le carte per ridurre al minimo le possibilità d’imbrogli. Invece di girare la prima carta del mazzo, questa viene scartata (“bruciata”) in favore della seconda.

Busted – Il termine busted si riferisce a un draw mancato, quindi non chiuso.

Button (Bottone) – Indica la posizione al tavolo del dealer ed è considerata la miglior posizione in assoluto, potendo giocare per ultima.

Buy-in – Somma richiesta per l’iscrizione a un torneo di poker. Nel cash game può variare a seconda dei limiti del torneo stesso, mentre è fisso negli MTT.

 

C

Call (Chiamare) – Fare “call” equivale a corrispondere la puntata (bet o raise) al momento più alta nel giro corrente di puntate.

Calling Station – Indica un giocatore di poker che chiama troppo spesso.

Cap – Un gioco con cap è quello in cui c’è un limite posto sulla quantità massima di fiches che può essere bettato post flop.

Case – Indica l’ultima carta di un rango presente nel mazzo: ad esempio, se sono già in gioco 3 assi, l’ultimo asso nel mazzo sarà denominato il “case Ace”, se girato.

Cash Game – Chiamato anche col nome di “ring game”, è una partita di poker nella quale i rounders sono liberi di entrare e uscire in qualunque momento della partita.

C-Game – Indica un gioco del poker con uno stato mentale poco solido.

Check – Fare “check” significa non effettuare alcuna puntata. In questo modo, l’azione passa al giocatore alla nostra sinistra. Notare che il check è un’opzione possibile solo se non è stata effettuata alcuna bet nel giro corrente.

Check-Raise – Effettuare un raise quando la nostra azione precedente nella stessa strada è stata un check. 

Chinese Poker (Poker Cinese) – Variante del poker in cui le carte sono sistemate su 3 file indipendenti e confrontate con le stesse file del nostro avversario.

Cold-Call – Call effettuato durante il primo giro di bet da un giocatore come prima azione all’interno del giro stesso. Ad esempio, se il giocatore uno rilancia e il giocatore 2 tribetta, qualora il giocatore 5 decidesse di chiamare, questo sarebbe un cold call.

Collusion – Il termine “collusion” indica un tipo di truffa dove due o più giocatori sono in combutta per tentare di vincere chips agli altri, ignari, rounders del tavolo.

Combination (Combinazione) – Indica uno specifico abbinamento di carte.

Combo Draw – Indica una mano con multiple possibilità di draw; molto spesso si tratterà di una mano con possibilità sia di scala che di colore.

Community Cards (Carte Comuni) – Le carte in comune si trovano al centro del tavolo; tutti i giocatori possono utilizzarle per costruire la loro mano da 5 carte. Non tutte le varianti del poker hanno carte comuni: Hold’em e Omaha sono quelle principali a prevederle.

Complete (Completare) – Indica l’azione che completa i blinds e/o un open limp nell’Omaha e nell’Hold’em. Può anche indicare la small bet con il bring in nello Stud.

Connector – Indica una mano che contiene carte sequenziali.

Continuation Bet – Indica una puntata nella strada corrente dopo essere stato l’ultimo a rilanciare in quella precedente.

Cooler – Un “cooler” è una situazione dove la nostra mano è clamorosamente troppo forte per essere foldata ma alla fine viene battuta da un’altra ancora più forte.

Counterfeit – Situazione in cui una mano precedentemente forte perde un pezzo enorme del proprio valore dopo che sono uscite altre carte.

Crack – Battere una mano molto forte. “Mi hanno crackato gli assi”.

Cripple (Azzoppare) – Hittare una mano così forte da non lasciare alcuna speranza al nostro avversario di superarla. “Abbiamo floppato alla grande e abbiamo azzoppato il mazzo.

Cutoff Posizione al tavolo del poker.

 

D

Dark Bet – Bet al buio, senza vedere le proprie carte o quelle che scenderanno successivamente.

Dealer – La persona che distribuisce le carte; può essere un giocatore o un impiegato del casinò. Il termine “dealer” può inoltre essere utilizzato per distinguere il giocatore che occupa la posizione del bottone al tavolo durante la mano corrente.

Dead Man’s Hand  Doppia coppia, di assi e di otto (almeno secondo la maggior parte delle fonti).

Deuce Soprannome di una carta di valore due.

DogAbbreviazione di “underdog”, giocatore che statisticamente ha meno probabilità di vincere.

Domination (Dominare) – Si domina una mano quando un progetto debole o una mano buona rischia di essere superata da un draw.

Donk – Donkbettare significa puntare fuori posizione dopo aver precedentemente callato. Il termine è usato anche per descrivere un giocatore straordinariamente scarso al tavolo.

Door Card – La door card è la prima carta scoperta distribuita al giocatore nello Stud. Anche se appartiene esclusivamente a un giocatore, essa è visibile all’intero tavolo.

Double Up Raddoppiare la quantità delle proprie fiche dopo aver vinto un all in.

Downcard – La “carta coperta” nello Stud si riferisce a ogni carta distribuita a faccia in giù a un giocatore. Appartiene esclusivamente al giocatore al quale è stata assegnata e non è visibile al resto del tavolo.

Downswing – Indica un periodo prolungato di perdite.

Draw – Indica una situazione di attesa di altre carte per completare la propria mano. Per esempio, se abbiamo 4 quadri e stiamo aspettando il quinto per chiudere un draw di colore, avremo un flush draw (o progetto di colore). Il termine draw indica anche le varianti del poker nelle quali i giocatori possono cambiare le proprie carte con altre del mazzo a ogni giro di puntate.

Drawing Dead – Situazione dove nessuno dei nostri outs ci consentirà in alcun modo di avere la mano migliore (in pratica non abbiamo nessuna possibilità di vincere la mano).

Dry – Indica una texture del board dove ci sono veramente pochi, se ci sono, possibili progetti.

Ducks Sinonimo pocket pair di due nella variante Hold’em. 

 

E

Effective Stacks (Stack Effettivo) – Indica il minore dei due stack in gioco. Lo stack maggiore non può vincere più chips di quelle che lo short ha in gioco. L’ammontare dello short stack è quindi indicato come stack effettivo.

Equity – Descive la probabilità di una certa mano di vincere allo showdown, supponendo che non venga foldata.

Equity Calculator – Strumento usato per calcolare l’equity di una mano o un range contro altre mani/range.

Expectation – Interscambiabile con il termine “expected value”.

Expected Value – L’expected value (o valore atteso) di una certa giocata indica quanto profittevole essa possa essere nel lungo periodo.

 

F

Family Pot – Indica un pot dove la maggior parte dei giocatori non folda al giro iniziale di puntate. Per esempio, in un torneo 6 max, 5/6 decidono di vedere il flop.

Fastplay – Bettare e raisare rapidamente quando si possiede una mano molto forte.

Favourite (Favorito) – Indica una certa mano o giocatore statisticamente vicino alla vittoria.

Fish – Termine comune per descrivere un giocatore scarso al tavolo.

Five-Bet – Il quinto rilancio nel giro di puntate.

Flat Sinonimo di “call”.

Float – Call speculativo, con l’intenzione di bluffare nella strada successiva. Oggi questo termine viene usato per descrivere una bet in posizione nei confronti di una c-bet mancata.

Flop – Il secondo giro di puntate con le carte comuni sia nell’Hold’em che nell’Omaha. Il termine flop si riferisce anche alle 3 carte comuni distribuite scoperte sul tavolo durante il suddetto giro di puntate.

Flush – Colore, ovvero mano di 5 carte dello stesso seme.

Fold – Foldare significa scartare la mano in nostro possesso in uno scenario dove non ci aspettiamo di vincere.

Four-Bet – Il quarto rilancio nel giro di puntate.

Free Card – Una carta vista senza avere investito alcuna fiches.

Freeroll – Torneo in cui non è richiesto alcun buy-in. Si riferisce anche a una situazione nella quale si può sia choppare sia vincere una mano o, comunque, in cui raramente o mai si può perdere.

Full House – Cinque carte composte da una combinazione di un tris e una coppia.

 

G

Gap – Indica l’intervallo tra le carte di uno stesso seme.

Grinding – Indica la dedizione di molte ore al gioco del poker e alla costruzione lenta e faticosa del profitto.

Gutshot – Indica un progetto di scala a incastro: ad esempio, se abbiamo 5 - 6 - 8 - 9, il 7 è il gutshot che chiuderebbe il draw.

 

H

Hand-for-hand – Fase del torneo dove ogni tavolo deve completare la mano in corso affinchè il torneo stesso possa proseguire.

Hand Rankings – Lista completa dei differenti tipi di mani possibili nel gioco del poker, ovvero High Card, Pair, Two Pair, Set, Straight, Flush, Full, Quads, Royal Flush.

Heads Up – Indica una mano di poker nella quale sono coinvolti due soli giocatori. Può riferirsi sia alla fase iniziale sia agli ultimi giri di puntata, dopo che tutti gli altri giocatori hanno foldato.

Hero Call – Call speculativo con la speranza che il nostro avversario stia bluffando.

High Hand (Carta Alta) – Mano in cui non abbiamo nessun punto: la forza della nostra mano è definita dalla carta più alta (in molte varianti è l’asso).

Hijack Posizione al tavolo del poker.

Hit – Si “hitta” quando la carta girata conferisce una certa forza alla nostra mano: “Avevo un draw al turn, ma poi ho hittato al river.

Hold’em – La variante del poker più popolare, qualche volta definita la “Cadillac del poker”.

Hole Cards (Carte Coperte) – Si riferisce alle carte coperte distribuite al giocatore: nell’Hold’em sono due, nell’Omaha invece sono quattro.

House (Casa) – Termine colloquiale riferito all’organizzatore di un certo torneo di poker (in molti casi il casinò).

 

I

ICM – Sta per “Independent Chip Modelling” e si riferisce alla tecnica matematica per assegnare i premi negli MTT.

Implied Odds – Le implied odds indicano il rapporto tra la puntata da effettuare e la possibile vincita dell’intera mano, comprese le bet future.

Inside Straight Draw Comunemente chiamato “gutshot”. Ad esempio: 5 – 6 – 8 - 9 necessitano un 7 per chiudere il progetto.

Insurance (Assicurazione) – Side bet di un altro giocatore al tavolo: se la mano su cui si scommette non vince, a esso verrà riconosciuta un’indennità dall’altro giocatore.

 

J

JackpotPremio messo in palio nel corso di una partita di poker. Alcuni casinò e alcune poker room offrono ad esempio un “bad beat jackpot” quando una mano estremamente forte viene crackata.

Jam – Termine colloquiale per designare l’azione di andare all-in.

 

K

Kicker – Carte che non formano direttamente una mano, ma contribuiscono alla sua forza complessiva nel momento in cui si rende necessario conteggiare la seconda carta in mano. Nello scenario in cui due giocatori hanno la stessa mano, il kicker migliore deciderà il vincitore del piatto.

 

L

LAG – Sta per “Loose Aggressive” e descrive un giocatore che gioca molte mani in modo aggressivo.

Laydown – Foldare. Spesso implica riluttanza nell’abbandonare la mano.

Levelling – Indica i differenti livelli di pensiero quando si gioca una mano di poker.

Leverage – Indica le chips che influenzano la strategia corretta a dispetto del fatto che non sono in gioco.

Limit – Generalmente usato per descrivere un gioco con un fixed-limit nella struttura delle puntate. Tutte le bet e i raise sono possibili solo con aumenti prefissati.

Limp – Indica l’azione di chiamare solamente quando non c’è stato nessun raise prima del nostro turno.

Lowball – Variante del poker che usa un sistema di punteggio “low”. Il modo migliore per concettualizzare il gioco sta nella frase “la mano peggiore vince” anche se nella realtà è un po’ più complesso di così.

Low HandNelle varianti lowball l’obiettivo è avere la mano più bassa.

 

M


Maniac – Indica un tipo di giocatore particolarmente aggressivo, che entra spesso in gioco, rilanciando di frequente e andando in bluff.

Mental Game – Indica la disciplina che cerca di migliorare le proprie prospettive mentali quando si gioca a poker.

Monotone – Descrive una texture del board (o di una mano, in alcuni casi) dove tutte le carte sono dello stesso seme. 

Monster – Termine comune per indicare una mano fortissima.

Muck – Gettare le carte coperte dopo avere perso una mano. Solitamente, si mucka dopo aver chiamato l’ultima bet, ma non se siamo usciti puntando prima dello showdown.

 

N

Nit – Indica un giocatore estremamente chiuso che gioca raramente le proprie starting hands. Il nit semplicemente attende una mano premium nella speranza di vincere un piatto grande.

No-Limit – Il termine “no limit” si riferisce alla struttura di puntate in cui i giocatori possono puntare o rilanciare qualunque cifra in ogni momento.

Nut-low – La versione lowball del “nuts”. Indica la mano più bassa possibile.

Nuts – La migliore mano possibile. Il nut non può essere mai battuto, al massimo pareggiato.

 

O

Offsuit – Tipicamente usato per descrivere una mano di partenza in cui le due carte non sono dello stesso seme. Le mani suited sono di gran lunga migliori di quelle offsuited.

Omaha – Variante popolare che fa uso di carte comuni, in cui ogni giocatore riceve 4 carte coperte preflop.

One-Gap – Termine usato per descrivere due carte non consecutive ma che allo stesso tempo hanno un solo intervallo tra di loro, per esempio 7 e 9.

Open-ended Straight Draw – Straight draw bilaterale, dove il giocatore aspetta una carta per ogni lato. Ad esempio, se abbiamo 5 - 6 – 7 – 8, chiuderemo la scala sia con un 9 che con un 4.

Open-raise – Effettuare il primo raise preflop.

Out – Carta necessaria con cui chiuderemmo la mano migliore, qualora uscisse.

Overbet – Bettare una size superiore a quella del pot.

Overcall – Effettuare un call quando un altro giocatore prima di noi ha compiuto la stessa action, nella stessa strada.

Overcard – Carta più alta sia del board che della nostra mano corrente: ad esempio, se avessimo una coppia di T al flop a Hold’em e il Turn fosse un K, sarebbe una overcard sulla nostra coppia.

Overlay – Denaro aggiunto al montepremi di un torneo dalla poker room. Di norma avviene quando un torneo non raggiunge il garantito annunciato con le iscrizioni.

Overpair Una coppia in mano che è più alta di qualsiasi carta presente nel board in varianti come Hold’em e Omaha.

 

P

Pair (Coppia) – Una coppia è formata da due carte uguali, ad esempio due 8.

Play the Board (Giocare il Board) – Può riferirsi a una situazione nella quale la nostra mano coincide esattamente con le carte comuni, ma anche a uno scenario in cui giochiamo senza avere una mano legittima basandoci puramente sulla texture del board o sulle upcards (solo nello Stud).

Pocket Pair – Indica una coppia come starting hand.

Position (Posizione) – Può riferirsi a una specifica posizione occupata al tavolo, oppure indicare se un giocatore è in posizione o fuori posizione all’interno di una mano.

Post (Postare) – Il termine “postare” viene usato tipicamente in congiunzione con il pagamento dei blinds, siano essi ante, small o big. “Prima di ogni mano, ogni giocatore al tavolo posta gli ante”.

Postflop – Nelle varianti con carte in comune come Hold’em e Omaha, il termine “postflop” indica qualunque azione dal secondo giro di puntate in avanti.

Preflop – Nelle varianti con carte in comune come Hold’em e Omaha, il termine “preflop” indica qualunque azione nel primo giro di puntate.

Price –  Il termine price o costo viene usato per indicare quanto stiamo rischiando in relazione a quanto c’è già nel piatto.

 

Q

Qualify (Qualifica) – Nei giochi split pot, una mano bassa deve qualificarsi per essere valida come mano. In molte varianti questo significa avere 5 carte dall’8 in giù.

 

R


Ragged – Termine spesso utilizzato per descrivere una texture del board non coordinata. Il termine rag riferito alla starting hand indica invece una mano al limite dell’orrendo, quasi spazzatura, ad esempio 9 - 3 offsuited.

Rainbow – Si usa per descrivere una texture del board (raramente una starting hand) nella quale ogni carta è di un seme differente.

Raise – Raisare significa rilanciare l’ammontare di una puntata nella strada corrente.

Rake – Piccola somma sottratta dal pot a ogni mano, o a ogni torneo, come tassa per partecipare al gioco. 

Range – Il termine range è usato per descrivere le mani possibili che un giocatore può avere.

Range Advantage – Questo termine è usato quando un giocatore ha un range migliore del suo avversario.

Rank – Il termine “rank” si riferisce semplicemente al numero della carta.

Ratholing – Descrive l’azione di lasciare un ring game e poi rebuyare con una somma più piccola di fiches. Normalmente considerato un comportamento poco etico.

Razz – Versione lowball del seven card Stud.

Read (Lettura) – A volte s’interscambia con il termine “tell”. Indica che abbiamo una buona lettura sul range delle mani possibili dell’oppo: “Normamente avrei foldato, ma so che a oppo piace bluffare, e così ho chiamato.

Rebuy – Opzione per comprare altre chips. Normalmente utilizzato nei cash game o nei tornei rebuy.

Redraw – Un possibile draw chiuso con una texture del board, ma nella nostra mano c’è un progetto ancora più forte.

Represent (Rappresentare) – Quando non abbiamo una certa mano, ma giochiamo per rappresentarla con le nostre azioni. Il termine può essere usato per analizzare il pensiero dietro le azioni avversarie: “Oppo betta forte sulle 3 strade, quindi sta rappresentando qualcosa di grande.

Reverse Implied Odds – Rapporto tra la size della bet e le chips che potremmo perdere alla fine della mano.

Ring Game – Termine interscambiabile con “cash game”. Dal momento che non tutti i giochi di poker mettono in palio soldi veri, il termine ring game si può applicare solo a determinati contesti.

River – Si riferisce al giro di puntate finali nell’Hold’em, nell’Omaha e nelle varianti dello Stud.

Rock – Indica un giocatore che entra nel gioco con un range estremamente tight. Questo epiteto può essere usato a volte come il termine “nit”, anche se qualcuno assegna alle due parole significati completamente diversi. 

Royal Flush – Scala reale, ovvero la miglior mano possibile nel gioco del poker: una scala dal dieci all’asso, tutte dello stesso seme.

Rundown – Il termine “rundown” è generalmente usato per descrivere i connectors nelle varianti dell’Omaha come starting hand. Per esempio, T - 9 - 8 - 7 è un “Ten-high rundown”.

Run it Twice – Dal momento che due giocatori sono all in in un ring game, possono accordarsi per runnare le carte restanti due volte, e ogni board viene assegnato a ciascun vincitore. È una tecnica usata per ridurre la varianza.

Runner Runner – Costruire una mano forte dopo aver pescato consecutivamente due carte. Per esempio, se abbiamo 3 cuori al flop ed il dealer ne gira altri due al turn e al river consegnandoci un bel flush.

 

S

Satellite – Torneo in cui ai vincitori viene assegnato un ticket per un torneo più grande.

Scare Card – Carta che può spaventare il nostro avversario e indurlo a foldare.

Semi-Bluff – Bluff compiuto con un draw, avendo ancora aspettative di chiudere il progetto, ad esempio bluffando un flush draw. Anche se non riuscissimo a vincere direttamente il piatto con la c-bet, potremmo ancora chiudere il nostro colore con la carta successiva.

Set – Tris formato da una pocket pair come starting hand.

Short Stack – Giocatore con poche chips nello stack. Negli MTT si tratta di giocatori intorno ai 5bb, nei ring games sotto i 50bb.

Shove – Termine colloquiale per indicare l’all-in.

Showdown – Mostrare le carte dopo l’ultimo giro di puntate per determinare il vincitore, o dopo un all-in tra due o più giocatori in un torneo.

Side Pot – Un pot secondario formatosi quando, con un giocatore già in all-in, ve ne sono altri due con una quantità maggiore di chips.

Sit and Go – Tipologia di torneo di poker che inizia non appena è raggiunto il numero di giocatori designato.

Sizing – Indica l’ammontare della nostra puntata. La size delle bet è un concetto fondamentale nel poker.

Slowplay – Giocare passivamente una mano fortissima, nella speranza che il nostro avversario provi a bluffare o punti in più strade immaginandoci senza punto.

Slowroll – Prendersi tempo infinito per effettuare un call quando si ha il nuts. Tendenzialmente, questo comportamento è considerato poco etico.

Small Bet – Si usa nei giochi di poker con struttura fixed limit e indica la più piccola delle due bet sizing designate, ovvero la small bet e la big bet.

Small Blind – Il Piccolo Buio. Buio obbligatorio nei giochi con carte comuni compiuto dal giocatore alla sinistra del bottone. Normalmente, lo small blind costa la metà del big blind e si paga prima che le carte vengano distribuite.

Split – La variante split pot del poker si ha quando la metà del piatto viene assegnata a un certo tipo di mano e l’altra metà a un altro tipo. L’esempio classico è la variante Hi/Lo, nella quale metà del piatto è assegnata alla mano più alta e l’altra metà a quella più bassa.

Split Pot – Lo split pot è un piatto diviso tra più giocatori. Questa eventualità può accadere quando si ha la stessa mano di un altro o più avversari, o quando si gioca una variante split pot.

Squeeze – Raise effettuato contro più giocatori quando precedentemente è già stato effettuato un altro raise, a cui è seguito un call. Usato specialmente per indicare la 3bet contro più giocatori nel giro di puntate preflop nell’Omaha e nell’Hold’em.

Stack to Pot Ratio – Descrive il rapporto tra il pot e le fiche restanti negli stack effettivi.

Stand Pat – Opzione legale nei giochi draw. Significa sostanzialmente declinare l’opzione di poter cambiare carte e giocare con la mano corrente.

Stealing – Stealare significa provare a vincere il piatto al primo giro di puntate, specialmente raisando per primi. Ad esempio, nell’Hold’em, ogni open raise dallo small blind, bottone o cutoff è considerato un tentativo di steal.

Straddle – Lo straddle è una puntata di buio opzionale compiuta prima che le carte vengano distribuite.

Straight – Scala, ovvero mano di cinque carte consecutive come ad esempio 5 - 6 - 7 - 8 - 9.

Straight Flush – Cinque carte consecutive dello stesso colore.

String Bet – Una string bet è una puntata divisa in più parti. Ad esempio: “Callo la tua bet e rilancio di altri 50”.  Nei casinò moderni, il giocatore dovrebbe essere obbligato a chiamare solamente, dal momento che quella è stata la prima decisione annunciata.

Structure (Struttura) – Il termine struttura può riferirsi al range di differenti variabili appartenenti al format di un determinato gioco di poker.

Stud – Variante del poker senza carte comuni, nella quale ai giocatori sono distribuite una combinazione di carte scoperte, visibili a tutto il tavolo, e coperte.

Suited – Il termine “suited” indica tipicamente una starting nella quale dove 2 o più carte sono dello stesso colore.

 

T

Table Stakes – Norma che impedisce ai giocatori di puntare più chips di quelle acquistate al tavolo.

TAG – Acronimo per Tight Aggressive. Indica un giocatore aggressivo che entra nel gioco solo con un range esiguo di mani, caratterizzate da una certa forza.

Tank – Abbreviazione di “time bank”. Si riferisce all’atto di pensare su una decisione da prendere ai tavoli.

Tell – Spesso usato invece di “read”. Un tell è un’indicazione inconscia del nostro avversario sul tipo di mano che sta giocando.

Texture – La texture è la lettura del board nei giochi con carte comuni a terra come Hold’em e Omaha, ma è anche spesso utilizzata per descrivere un gruppo di carte, come i boards nello Stud.

Three-Bet – La terza bet in ordine di puntata.

Three of a Kind – Tre carte dello stesso tipo, con due kicker.

Tie – Due punti uguali che splittano il piatto.

Tilt – Giocare a poker con uno stato mentale influenzato da rabbia, paura, scarsità di motivazioni, ecc.

Time Bank – Tempo aggiuntivo opzionale disponibile nei giochi online durante una mano.

Tournament – Format del poker con un buy-in prefissato. I giocatori continueranno a giocare fino a che le loro chips non saranno terminate. L’ultimo, normalmente, è il vincitore del torneo.

Tracking Software – Software che gestisce i risultati pokeristici per definire i range o altre caratteristiche, come la 4bet fold, le flat etc. Hold’em Manager è il tracking software più comunemente utilizzato nella storia del poker online.

Trap (Trappare) – Giocare passivamente una mano molto forte sperando che il nostro avversario creda a un possibile bluff.

Trey – Termine colloquiale per indicare i 3.

Trips – Termine comune per il tris quando non abbiamo una pocket pair come starting hand.

Turn – Il terzo giro di puntate nell’Hold’em e nell’Omaha.

Two-bet – La seconda bet in una sequenza di puntate.

Two Pair (Doppia Coppia) – Mano formata da due coppie di carte uguali.

Two-tone – Descrive una texture del board o di un gruppo di carte formato da due diversi semi, ad esempio al turn con due carte di picche e due di cuori.

 

U

Under the Gun – Termine che indica il primo giocatore a dover parlare nel primo giro di puntate.

Underbet – Bet con una size inferiore al 50% del pot.

Underdog – A volte abbreviata nella parola “dog”, indica una mano o un giocatore che ha statisticamente meno probabilità di vittoria.

Upcard – Carta scoperta distribuita nello Stud, vale a dire visibile a tutto il tavolo

Upswing – 
Periodo prolungato di vincite (specialmente quando il winrate è più alto del previsto).

 

V

Value Bet – Bet con una mano che spera di estrarre valore da un’altra inferiore.

Variance (Varianza) – Termine usato per descrivere gli up and down nella carriera di un giocatore di poker. La varianza può essere molto più grande di quanto i giocatori di poker realizzino.

Variant (Variante)  Una particolare variante del poker, come Hold’em, Omaha, Stud, 5-card Draw ecc ecc.

Vasca – Termine comune per indicare l’all in.

Vulnerable (Vulnerabile) – Una mano è vulnerabile quando è passibile di essere superata.

 

W

Wet ­– Descrive un board particolarmente coordinato, che si apre ad un gran numero di progetti.

Wired – Indica una coppia in cui entrambe le carte sono inferiori al board. 

Wrap – Indica un grande straight draw nelle varianti Omaha. A differenza dell’Hold’em, alcuni progetti di scala a Omaha posso arrivare anche 20 outs.

WSOP – Acronimo per il più prestigioso evento di Poker di sempre: The World Series of Poker, che si tiene ogni anno a Las Vegas.

Per la pagina ufficiale della terminologia pokeristica, clicca qui.