L'etichetta tratta ogni aspetto del poker con una gran varietà di cose da fare e non fare. Questo articolo ha lo scopo di fornire una guida completa sul modo opportuno e corretto di comportarsi al tavolo per essere sicuri di rispettare la giusta etichetta.

NORME DI BASE COMUNI

 

  • Agire in fretta: anche se è comprensibile prendersi del tempo per ragionare durante le street avanzate o quando il piatto è relativamente grande, non rallentate inutilmente il gioco:

    • Non fate “hollywooding” negli heads-up quando è chiaro che dovete passare.
    • Non guardate la televisione durante una mano: state attenti al gioco.
    • Non parlate con la cameriera, con un altro giocatore o con il dealer rallentando inutilmente l’azione quando è il vostro turno.
    • Non usate il telefono durante una mano (in alcuni casinò è comunque proibito).
    • Non fate troppe cose alla volta (ad es. farvi massaggiare, pranzare e giocare a poker).
  • Stare attenti: simile al punto precedente (l’attenzione contribuirà alla fluidità e alla velocità del gioco), con alcune ulteriori precisazioni:
    • Stare attenti: anche se è diventato comune ascoltare musica mentre si gioca, non usate entrambi gli auricolari né un volume tale da impedirvi di sentire gli altri giocatori o il dealer. Potreste rallentare inutilmente il gioco facendovi ripetere le cose, oltre a perdervi informazioni fondamentali dai vostri avversari che vi aiuterebbero a decidere meglio.
    • Assicurarsi sempre di “giocare a turno”: questo fattore è importante durante una mano perché potrebbe influenzare l’azione di altri giocatori che avrebbe potuto essere diversa. Può anche capitare accidentalmente ed è comprensibile, ma agire ripetutamente e intenzionalmente fuori turno è angle shooting, e può comportare l’espulsione.
  • Dimostrare rispetto: per mantenere un’atmosfera positiva al tavolo, fate in modo di essere sempre educati e di mostrare rispetto verso gli altri.
    • Non rimproverate agli altri il loro gioco né dite cosa avreste fatto al loro posto.
      • Oltre a infastidire il vostro avversario, potreste involontariamente svelare il vero livello della vostra abilità (che dovreste mantenere nascosto).
    • Non date in escandescenza dopo una bad beat.
      • Farà solo capire ai vostri avversari che probabilmente tenderete a tiltare nelle mani successive, cosa di cui potrebbero avvantaggiarsi.
    • Non siate scortesi o cattivi.
    • Non sfogatevi sul dealer per una brutta mano offendendolo o lanciandogli contro le carte.
    • Non imbrattate il tavolo né rovinate/stropicciate le carte.
    • Non imprecate.
  • Non iniziare discussioni che non risolvono niente: in sintonia con il rispetto di cui sopra, se proprio siete in disaccordo con un altro giocatore chiamate il floorman (dal vivo) o inviate un’e-mail al team di supporto (online) affinché vi aiutino a risolvere il problema.
  • In ogni caso, se state per accusare un altro giocatore di barare, andare contro le regole o non seguire la corretta etichetta, siate al 100% sicuri che abbia fatto qualcosa di sbagliato prima di esporre il problema ai responsabili.
  • Non disturbare inutilmente gli altri (soprattutto chi sta ancora giocando la mano): i principianti non vorranno comunque rappresentare un fastidio al tavolo da gioco.
  • Quindi non:
    • Parlate a voce troppo alta.
    • Parlate troppo.
    • Ascoltate musica a volume troppo alto.
    • Rispondete al telefono se siete seduti al tavolo (se proprio dovete, giratevi dall’altra parte o allontanatevi).

Rispondete al telefono se siete seduti al tavolo (se proprio dovete, giratevi dall’altra parte o allontanatevi)

N.B.: se invece siete voi a essere seduti accanto a qualcuno troppo vivace per i vostri gusti, portatevi un paio di auricolari per non sentirvi obbligati a chiacchierare e per ignorarlo educatamente.

  • Non fare o dire niente che possa influenzare l’azione di una mano a cui non si partecipa più:
    • Non dite quali erano le vostre carte.
    • Non scoprite le carte quando foldate né fatele vedere a un altro giocatore prima di passare.
    • Non reagite a parole o a gesti a una mano ancora in corso.
    • Non discutete la mano ancora in corso con un altro giocatore.
    • Non fate annunci sulla mano in corso (ad es. “C’è una scala nel board!” o “Ecco il colore!”).
  • Non fare angle shooting: si definisce angle shooting l’impiego di tattiche scorrette e intenzionalmente ingannatrici per approfittarsi degli avversari. Tra i più diffusi angle shooting da evitare ci sono:
    • Partecipare attivamente a un piatto con molti giocatori e parlare con uno di essi sulla forza della sua mano o di come dovrebbe giocare.
    • Essere intenzionalmente poco chiari sull’azione che intraprenderete quando è il vostro turno.
    • Travisare intenzionalmente la vostra mano o la vostra azione (ad es. dicendo che avete colore quando non è così o usare “per sbaglio” una fiche di valore maggiore per quella che “doveva” essere una puntata bassa.
  • Non fare “hit and run”: Appena o poco dopo aver vinto un grande piatto ai danni di un altro giocatore non scappate via con le fiches per andare a un altro tavolo o smettere di giocare.
Poker Etiquette 2
  • Vincere con gentilezza:
    • Non esagerate nel festeggiare una vittoria.
    • Non aggiungete al danno la beffa criticando il gioco dell’avversario quando vincete. Già sarà abbattuto per la sconfitta.
    • È invece perfettamente accettabile dare una mancia al dealer e impilare con calma le fiches.
  • Perdere con gentilezza:
    • Non lamentatevi se siete voi a subire una brutta sconfitta o un cooler.
    • Non criticate il gioco degli altri quando perdete.
    • Non imprecate, sbattete le mani sul tavolo o buttate le carte contro il dealer o un altro giocatore.
    • Potete invece dire “bella mano” dopo avere perso il piatto a favore di un altro giocatore.

ETICHETTA AL TAVOLO DEL CASINÒ

  • Puntare/agire con chiarezza: a volte, quando puntate una certa quantità di fiches le vostre intenzioni potrebbero apparire ambigue sia nell’azione sia nell’ammontare delle puntate. Nel dubbio, dichiarate sempre in anticipo le vostre azioni a parole (linee guida più specifiche per una corretta etichetta su puntate, rilanci, fold, mucking, ecc. seguiranno in questo articolo).
  • Rendere facilmente identificabile il valore del proprio stack di fiches:
    • Non nascondete completamente il vostro stack con le mani.
    • Sentitevi liberi di chiedere l’ammontare dello stack di ogni giocatore se non riuscite a vedere tutte le fiches.
    • Se lo chiedono a voi, spostate le mani per mostrare le fiches e/o dichiarate la quantità approssimativa che avevate all’inizio della mano.
    • Ordinate le fiches in pile di facile lettura affinché tanto voi quanto i vostri avversari possiate stimare rapidamente quanto avete (ad es. 20 fiches in ogni pila).
    • Tenete il vostro stack e le carte nel vostro spazio.
      • Evitate così di confondere le vostre fiches con quelle di altri giocatori rispettando il loro spazio di gioco.
    • Non aggiungete fiches al vostro stack durante una mano (e assicuratevi che i vostri rebuy e top-up rispettino i minimi e i massimi della sala).
    • Non prendete mai delle fiches dal tavolo per ridurre l’ammontare complessivo del vostro stack (indipendentemente dal fatto che stiate giocando o meno una mano).
  • Dare mance al dealer e al personale: dopo aver vinto un buon piatto o quando i camerieri vi servono un drink o un pasto è prassi dare la mancia. Ecco qualche considerazione riguardo alla frequenza e all’ammontare delle mance per i dealer:
    • Tenete conto della rake e del vostro tasso di vincita.
    • Alcuni giocatori danno la stessa mancia (ad es. $1) ogni mano che vincono. Altri danno mance meno spesso ma le aumentano a seconda del piatto che vincono.
      • Mance da $1-$2 sono generalmente benvenute.
    • Un ammontare classico di mancia per un bad beat jackpot potrebbe essere di circa l’1-2%.
    • Se siete in dubbio, imitate quello che fanno i giocatori abituali e/o più bravi seduti al vostro tavolo.
  • Proteggere le proprie carte:
    • Usate una protezione delle carte per evitare che il dealer le metta per sbaglio nel mucchio.
    • Lasciate sempre le carte sul tavolo.
    • Proteggete bene le carte quando le guardate per evitare che altri le vedano.
    • Assicuratevi che le carte siano bene in vista davanti a voi se state ancora giocando la mano.
      • Non fate pensare agli altri che non stiate giocando la mano nascondendo le vostre carte.
      • Non invadete lo spazio di un altro giocatore con le carte.
    • Non mostrate mai le carte a un altro giocatore durante una mano anche se non sta più giocando, in quanto potrebbe informare i vostri avversari sulla forza della vostra mano con tell fisici oppure anche a parole.
  • Curare la propria igiene:
    • Per rispetto degli altri, usate deodorante e siate puliti.
      • A volte il cattivo odore derivante da scarsa igiene può provocare l’allontanamento da una sala o una penalità (se si gioca un torneo).

ETICHETTA A CASA / SERATA DI POKER

L‘etichetta del poker per il casinò vale anche per le partite casalinghe, ma essendo di solito il livello più dilettantistico e mancando il floorman, in caso di eventuali discussioni è sempre meglio ricordare il galateo pokeristico prima di giocare, in particolare la chiarezza sulle intenzioni di gioco.

Un possibile strappo all’etichetta nelle partite casalinghe riguarda le “string bet” in cui un giocatore esegue una puntata e un rilancio mettendo fiches nel piatto in più movimenti. Una string bet potrebbe essere eseguita anche verbalmente, come si vede in molti film di Hollywood quando un giocatore dice, “Vedo i tuoi $50 e rilancio di altri $50”. Da regolamento, solo la prima azione (call) è valida nel giro di puntate.

ETICHETTA NEL POKER ONLINE

Anche se si è dietro lo schermo di un computer non significa che l’etichetta non valga. Ciò detto, pur non essendo applicabili online molti esempi riguardanti il poker dal vivo, bisogna seguire alcune integrazioni e piccole variazioni:

  • La chatbox:
    • Non scrivete in maiuscolo: potreste sembrare costantemente arrabbiati, oltre a essere fastidiosi e distrarre gli altri giocatori.
    • Non esagerate nell’uso della chatbox se siete spettatori: limitate al minimo gli interventi nella chatbox per non disturbare i giocatori.
    • Non esprimete le vostre emozioni: come nel poker dal vivo, non esprimete la vostra rabbia e/o il vostro stato di tilt e non criticate altri giocatori per le loro azioni.
    • Non svelate quali erano le vostre carte durante una mano.
    • Non fate commenti sulla mano mentre siete in gioco o dopo un fold.
    • Potete congratularvi con gli avversari dopo una mano in cui vi hanno battuto: spesso i giocatori scrivono “nh” (che significa “nice hand”) dopo aver perso un piatto.
    • Potete mettere il muto agli avversari fastidiosi: se i vostri avversari sono maleducati, vi distraggono o vi infastidiscono, molte poker room vi permettono di mettere in ‘mute’ gli avversari o di disattivare del tutto la chat.
  • Altro:
    • Non rallentate troppo e intenzionalmente il gioco: solo perché esiste una time bank e un limite di tempo massimo per ogni azione non vuol dire che dovete approfittarne impiegando sempre più tempo del necessario. Se state facendo troppo multi-tabling può essere comprensibile, ma se state giocando a stakes più alti, dovete equilibrare i vostri bluff e le value hand cercando di impiegare lo stesso tempo per ogni mossa. Inoltre, nei casi in cui sapete che state per passare e/o in cui potete agire velocemente, fatelo! Contribuirete al buon ritmo del gioco e alla felicità degli altri giocatori.

ETICHETTA NEI TORNEI

  • Non concordare verbalmente di fare check down quando un terzo giocatore o molti giocatori sono all-in: è una situazione che può verificarsi anche nelle partite a soldi, ma capita più spesso nei tornei. Se in questa situazione i giocatori rimanenti fanno check-down senza annunciarlo precedentemente, la cosa è perfettamente accettabile e anche diffusa. Tuttavia, mettersi appositamente d’accordo è considerato una forma di collusione, cioè barare, ed è quindi proibito.
  • Se vincete, ricordatevi di lasciare una mancia: alcuni casinò prevedono in anticipo delle mance per i dealer nella quota d’iscrizione. In altri luoghi è normalmente previsto che i vincitori lascino una mancia. Informatevi sulle consuetudini del posto in cui giocate.

ETICHETTA NELLE PARTITE A SOLDI

Le partite a soldi seguono le linee guida precedentemente esposte. Ribadiamo comunque di lasciare una mancia al dealer (soprattutto dopo aver vinto un piatto medio-alto).

ETICHETTA A LAS VEGAS

Quando si parla di poker, Las Vegas è proprio come qualsiasi altra città in fatto di etichetta. Probabilmente incontrerete una comunità di giocatori molto più internazionale rispetto ad altre sale gioco, dato che molti sono lì in vacanza o si sono traferiti temporaneamente da un altro paese.

Se frequentate regolarmente le sale da gioco quando siete a Las Vegas, siate particolarmente cordiali con i turisti dato che sono questi giocatori amatoriali che vi porteranno il maggiore profitto.

ETICHETTA DURANTE IL GIOCO

In questa sezione, approfondiremo elementi di etichetta specifici durante la partita. In molti casi, saranno applicabili solo al poker dal vivo, in quanto online tali situazioni sono automatizzate o semplificate.

  • Puntare
    • Quando mettete avanti le fiches, fate attenzione a non splashare il piatto (quando alcune delle vostre fiches finiscono prima delle altre nel piatto principale). Splashare il piatto può confondere il dealer circa l’importo della vostra puntata e far perdere tempo se le vostre fiches devono essere separate dal piatto.
    • Quando puntate, assicuratevi che sia il vostro turno in modo da non influenzare l’azione dei vostri avversari.
    • Mettete al centro tutto l’importo della puntata in un unico movimento (o dichiaratelo prima a parole) per non essere accusati di fare string betting.
  • Rilanciare
    • Quando volete rilanciare, accertatevi di mettere nel piatto almeno il doppio della puntata precedente.
    • In molte sale da gioco, una fiche equivale a un “call”. Ad esempio, se state giocando una partita a soldi $5/$10 e mettete una fiche da $25 in pre-flop, significa che state vedendo il big blind da $10 (a meno che non abbiate specificato a parole: “rilancio” prima di mettere la fiche).
    • Non potete dire “rilancio” e poi tornare sui vostri passi sostenendo che volevate solo vedere. Si tratta di angle shooting, pratica estremamente scorretta.
    • Informatevi sulle regole del casinò su come mettere le fiches nel piatto e su cosa costituisce un call rispetto a un raise.
    • Assicuratevi di non fare “string raise”, ovvero mettere le fiches per un call o per un rilancio incompleto e poi completare il rilancio con un secondo movimento. Come già spiegato, il vostro primo movimento detta l’azione e sarà quindi considerato un call.
  • Mostrare le carte
    • Dovete conoscere le regole dello showdown e sapere chi mostra per primo le carte.
    • Se siete voi che dovete mostrarle per primi, non chiedete agli altri cos’hanno.
    • Quando è il vostro turno, mostrate immediatamente ENTRAMBE le carte.
    • Non fate vedere le carte a nessun altro mentre siete ancora nella mano (ad es. prima di passare, mentre fate mucking o durante lo showdown, quando non dovete mostrarle e/o avete la mano perdente).
  • Slow roll
    • Lo slow roll è una pratica molto scorretta. Si verifica quando un giocatore perde tempo prima di mostrare la mano vincente, di solito dopo che un altro giocatore ha già mostrato la propria allo showdown. Un altro esempio di slowroll è quando un altro giocatore va all-in e voi impiegate un tempo estremamente lungo prima di vedere con i nuts (la miglior mano possibile).
    • Come detto, quando è il momento di far vedere le carte allo showdown, fatelo velocemente.
  • Mucking
    • Mettete le carte avanti in modo che il dealer riesca a prenderle facilmente.
    • Le carte nel mucchio restano nel mucchio. Non girate le carte di un altro giocatore dal mucchio per vedere cosa aveva.
    • Non chiedete di vedere le carte di un altro giocatore nel mucchio.
    • Molti casinò seguono la regola “show one show all”: se mostrate le carte a un giocatore facendo mucking (di solito allo showdown quando la mano è finita), allora dovete mostrarle a TUTTI i giocatori al tavolo.
  • Foldare
    • La normale etichetta per passare la mano segue le stesse linee guida esposte per il mucking.
    • Quando passate, tenete basse le carte e state attenti a non mostrarle ad altri giocatori influendo così sulle mosse successive.
  • Fiches
    • Tenete le vostre fiches separate da quelle degli altri e in ordine davanti a voi.
    • Tenetele in pile di quantità facilmente riconoscibili cosicché voi e gli altri giocatori possiate capire velocemente quante ne avete.
    • Tenete davanti le fiches di maggior valore.
  • Split pot
    • In caso di split pot, se siete il secondo giocatore a mostrare una mano identica, fatelo velocemente senza fare slowroll.
    • Come riferimento, sappiate che in caso di numero dispari di fiches nel piatto, il giocatore che è maggiormente fuori posizione prenderà la fiche in più.
  • All-in
    • Come già accennato, se un terzo giocatore va all-in, i giocatori non possono accordarsi a parole per fare check down.
    • Inoltre, in una mano con un terzo giocatore che va all-in, i giocatori rimasti non possono assolutamente parlare, in quanto potrebbero influenzare anche le mosse riguardanti il piatto principale (così come occorre evitare di parlare in caso di multiway pot).

CONCLUSIONE

Ci auguriamo che quest’articolo vi abbia fornito informazioni esaustive sull’etichetta corretta da seguire al tavolo in varie situazioni di gioco.

Se vi ricordate di giocare seguendo queste linee guida, contribuirete a stabilire un’atmosfera positiva per tutti i partecipanti.

Sull'autore
Di

Matthew Cluff è un giocatore di poker specializzato nelle partite 6-Max No Limit Hold’em. Inoltre si occupa regolarmente di contenuti di poker online per vari siti.