Nel gioco del poker, l’Asso è considerato la carta più forte del mazzo. Carta più alta di tutte le altre nel suo seme, la forza di un Asso non deriva solo dal suo valore, ma anche dal fatto che in molte varianti di poker (come Texas Hold’em e Omaha) può anche essere considerato basso, assumendo così un’ulteriore forza e una funzione ingannatrice!

Proprio così! Nelle forme di poker più comuni, l’Asso è considerato sia alto che basso! Quindi, non solo una coppia d’Assi batterà una coppia di Re, ma l’Asso rappresenterà anche l’estremità inferiore di una scala minima, come in A-2-3-4-5.

Sommario

Quando l’Asso è alto? Quando è basso?

In quasi tutte le “mani fatte” del poker, gli Assi saranno considerati come una carta di valore alto, come illustrato del seguente grafico:

Assi considerati alti:

Assi considerati bassi:

Carta alta: A9532 batte KQJ53

“Scala minima": A-2-3-4-5

(“scala al 5”)

NOTA: una scala minima perderà contro ogni altra scala più alta. Ad esempio, A2345 perderà contro 34567. In questo caso, l’Asso nella scala è basso, e il valore delle mani è scala al 5 vs scala al 7.

Lo stesso principio sarà valido per la scala minima, ovvero scala colore con un asso basso: As-2s-3s-4s-5s perderà contro 6s-7s-8s-9s-Ts (scala colore al 5 vs scala colore al 10).

Coppia: AA batte KK

Doppia coppia: AA88 batte KK99

Tris: AAA batte JJJ

Scala “Broadway”: AKQJT batte QJT98 (“scala all'asso alto” vs “scala alla regina”)

Colore (sempre): As-Qs-8s-6s-2s batte Ks-Js-Ts-9s-7s

Full: AAATT batte KKKJJ

TTTAA batte TTTQQ

Poker: AAAA batte 7777

Scala reale: As-Ks-Qs-Js-Ts, che ovviamente batte ogni altra scala reale, come 9s-8s-7s-6s-5s.

Quindi in tutti i casi, eccetto le scale minime, gli Assi saranno considerati alti. Quando un Asso fa parte di una scala minima A-2-3-4-5, si tratta di scala al 5 invece che di scala all’Asso, in quanto l’Asso è usato come carta più bassa della scala.

Gli Assi nelle diverse varianti

È scontato che la maggior parte di voi giochi probabilmente a No-Limit Texas Hold’em, ma è comunque fondamentale approfondire il valore degli Assi nelle diverse forme di poker.

Non avranno sempre la stessa funzione di carta alta/bassa in tutti i tipi di poker. A volte, gli Assi saranno solo alti; altre volte avranno solo valore basso!

Il grafico seguente mostra il valore degli Assi nei vari tipi di poker:

TIPO DI GIOCO:

ASSI: Alti o bassi?

Texas Hold’em

Entrambi: sempre alti con l'eccezione della scala minima (A-2-3-4-5)

Short Deck Hold’em

Entrambi: sempre alti con l'eccezione della scala minima (A-6-7-8-9)

Omaha Hi

Entrambi: sempre alti con l'eccezione della scala minima (A-2-3-4-5)

Omaha Hi-Lo

Hi Hand: Entrambi – come Omaha

Lo Hand: Solo bassi (8 o meno) – Scale e colori non contano contro le tue mani. Perciò A-2-3-4-5 è la migliore mano possibile per metà del piatto

7-Card Stud

Entrambi: sempre alti con l'eccezione della scala minima (A-2-3-4-5)

2-7 Triple Draw

Solo alti: A-2-3-4-5 non è una scala.

Nota che scale e colori contano a sfavore della tua mano.

5-Card Draw

Entrambi: sempre alti con l'eccezione della scala minima (A-2-3-4-5)

5-Card Omaha

Entrambi: sempre alti con l'eccezione della scala minima (A-2-3-4-5)

Badugi

Solo bassi.

Razz (Stud Lowball)

Solo bassi.

Chinese Poker

Entrambi – Gli Assi possono essere usati solo nelle mani a cinque carte (es. scala minima). A tre carte contano sempre come alti.

 
 

Regole/forza delle mani

Come appurato, nelle forme più comuni di poker gli Assi saranno considerati soprattutto come carte alte. Ciò è cruciale in giochi come No-Limit Hold’em (NLHE) e Pot-Limit Omaha (PLO), dove lo scopo del gioco è di cercare di fare la mano più alta possibile!

Pertanto, avere un Asso in mano può darti ulteriore forza, ma può anche essere di ostacolo in altre situazioni.

Prendi i due esempi seguenti:

Esempio 1: Asso come kicker

Supponi di avere AK e che il tuo avversario abbia KQ. Le carte comuni sono K8632. Allo showdown, sia tu che il tuo avversario avete coppia di Re. In questo caso, tu vincerai la mano perché il tuo Asso è un “kicker” migliore (la carta alta che influirà sul valore totale della mano) rispetto alla Donna del tuo avversario.

In sostanza, la tua mano di cinque carte sarebbe K-K-A-8-6 mentre quella del tuo avversario K-K-Q-8-6.

Avere questo potente Asso come kicker fa la differenza!

Esempio 2: Coppia di Assi, problemi di kicker

Questo esempio serve a spiegare che avere un Asso in mano può essere utile per fare coppie alte, ma di ostacolo se non hai sempre un kicker decente da abbinare.

Ad esempio, hai A3 off-suit (A3o) e il tuo avversario ha AK suited (AKs). Le carte comuni sono A-J-8-6-2. La tua mano di 5 carte sarà una coppia di Assi con Fante come kicker (A-A-J-8-6), mentre il tuo avversario avrà coppia di Assi con Re come kicker (A-A-K-J-8).

In questa situazione, sei incappato in quello che viene definito “kicker problem”. Sì, hai una coppia alta sotto forma di due Assi, ma non te la passi così bene per colpa del tuo kicker basso. Se avessi saputo al 100% che il tuo avversario aveva un Asso, la situazione migliore in cui avresti potuto sperare sarebbe stata un “chop” (split pot) nel caso il tuo avversario avesse avuto A5, A4 o A3.

Tutti e tre i kicker sarebbero stati composti dalle carte comuni nel board, rendendo inutile il kicker in mano (con kicker bassi nelle vostre carte personali, sia la tua mano sia quella del tuo avversario sarebbero state A-A-J-8-6).

Avesse avuto A7, il tuo avversario avrebbe comunque vinto la mano, dato che il suo terzo kicker sarebbe stato migliore del tuo (A-A-J-8-7).

Sopravvalutare le mani contenenti un Asso

È essenziale comprendere l’importanza che un Asso può avere nel gioco del poker. Tuttavia, come appena notato a proposito dei “kicker”, è anche fondamentale rendersi conto che non tutte le mani con Assi devono essere considerate uguali.

NOTA: nel poker, quando ci si riferisce a una mano come AX, vuol dire che c’è sicuramente un Asso in mano e l’X rappresenta qualsiasi altra carta spaiata. Ad esempio, AX può indicare A2 / A3 / A4 / A5 / A6 / A7 / A8 / A9 / AT/ AJ/ AQ / AK.

Molti principianti tendono a giocare ogni mano che contiene un Asso; sbagliando. I più bravi invece, che giocheranno un range di mani più ristretto, sceglieranno solo gli Assi migliori.

Pertanto, i principianti incapperanno spesso in “kicker problems” a causa delle molte mani (AX) che giocano, rischiando di perdere più mani e soldi rispetto a quanto avrebbero fatto se avessero passato.

Quali mani con Assi giocheranno i più bravi?

I bravi giocatori non giocheranno ogni mano che contiene un Asso, ma solo quando la loro seconda carta abbia il potenziale di interagire con l’Asso nella loro mano.

  • Può comporre scale massime (A-K-Q-J-T)?
  • E le scale minime (A-2-3-4-5)?
  • E colore (combinazioni suited)?
  • C’è un kicker alto a cui abbinarlo?

Inoltre, i bravi giocatori preferiranno una mano come A5s rispetto a A6s per un fattore di giocabilità. In entrambi i casi il kicker è basso ed è vero che il 6 è comunque meglio del 5 in quanto a “kicker”; ma a volte ciò non conta. Se le carte comuni fossero abbastanza alte, renderebbero irrilevante questo fattore (ad es. A6 e A5 con un board K-J-8-7-2 comporrebbero entrambe la stessa mano di cinque carte A-K-J-8-7 con Asso carta alta). 

Tuttavia, tornando alla giocabilità, A5s sarà meglio di A6s per la possibilità di fare scala minima usando entrambe le carte in mano (ad es. se uscissero 2-3-4 nelle carte comuni). Con la mano A5, puoi fare più spesso e più facilmente semi-bluff se hai, diciamo, progetto di scala a incastro. Inoltre, puoi raccogliere più spesso il piatto guadagnando fold equity (in cui vinci la mano quando il tuo avversario passa dopo la tua puntata).

Principianti vs professionisti: giocare gli Assi nel poker

Per riassumere la sezione precedente, i più bravi cercheranno generalmente di giocare –

  • Assi suited (AXs)
  • Assi broadway (AT+)

- se proprio devono giocare una mano contenente un Asso!

Un’occhiata alla combinatoria nel poker chiarirà bene la gravità dei problemi in cui possono incorrere i principianti che giocano troppe mani AX. Prendendo Asso-Re, e moltiplicando 4 Assi per 4 Re, risulta evidente che ci sono 16 combinazioni diverse di questa mano. Di queste, possiamo determinare che 4 sono suited e 12 unsuited.

Sapendo ciò, consideriamo il numero di combinazioni AX che un bravo giocatore potrebbe giocare (anche se gli esatti range di mano variano da posizione a posizione). Ci sarebbero 16 x 4 = 64 combinazioni di Assi broadway, e 4 x 8 = 32 altre combinazioni suited di Assi (A2s – A9s), per un totale di combinazioni AX nel range di un buon giocatore di 96.

D’altro canto, se diamo un’occhiata alla combinatoria per il range di un dilettante di tutte le mani AX, vedremo che hanno 16 x 12 = 192 combinazioni di AX (questo numero è esattamente il DOPPIO del numero di combinazioni AX che un “buon” giocatore potrebbe giocare in ogni data situazione!).Questi calcoli dimostrano solo quanto facilmente i principianti riescono a mettersi nei pasticci con “kicker problems” giocando così tante mani AX. Troppo spesso, si troveranno in situazioni in cui la loro mano AX sarà “dominata” – in cui, cioè, il kicker del loro Asso sarà inferiore a quello del loro avversario.

Gli assi nel poker

 

Giocare specifiche mani AX

In questa sezione, faremo un po’ di luce sulle più forti combinazioni di mani con un Asso (AT+): il loro valore e le raccomandazioni su come giocarle:

Asso-Re

Asso-Re è una delle mani più formidabili nel poker! Tanto suited quanto unsuited, l’elevato potenziale broadway di questa mano è forte, rendendola giocabile sia con raise sia con re-raise!

E anche se non è una “mano fatta” prima del flop (diversamente da qualsiasi coppia), contro la maggior parte delle coppie QQ o inferiori ha generalmente un 50% circa di equity (possibilità di vittoria) in pre-flop. Schiaccia la maggior parte delle altre mani spaiate!

Andare all-in con AK prima del flop è senz’altro una giocata frequente nel poker (in funzione delle stack size e del profilo degli avversari) – soprattutto nei tornei in cui le stacks si riducono.

Nelle partite a soldi, anche se spesso le stacks sono molto più grandi, se non andrai all-in con AK in pre-flop (di solito è accettabile farlo con 100bb o meno), allora dovrai decisamente aumentare il tuo gioco post-flop. Con questa mano potente dovrai massimizzare le tue vincite dopo l’uscita delle carte comuni.

Asso-Donna

In quanto seconda più forte mano AX del mazzo, anche AQ ha certamente qualche potenziale. Dovrai giocare AQ da quasi tutte le posizioni (unica eccezione potrebbe essere AQo da Under The Gun (UTG) – il primo giocatore ad agire pre-flop – a un tavolo davvero tosto/forte).

Inoltre, dovresti 3-bettare (controrilanciare un rilancio iniziale) for value molte delle tue combinazioni AQs. Quando calcoli la forza di questa mano in rapporto a molti dei range di apertura/raise del tuo avversario, di solito AQs farà molto bene. Oltretutto, la giocabilità di questa mano di carte suited alte è molto buona in position.

Diversamente dalla sua controparte suited, non devi sempre 3-bettare AQo in pre-flop, e molte volte farai anche bene a vedere. Il più delle volte questa mano farà meglio rispetto a molte di quelle del range del tuo avversario. Può anche funzionare come candidata valida per contribuire a rafforzare il tuo calling range in pre-flop (in modo da non vedere sempre con le tue mani medie o speculative e 3-bettare le tue più forti).

Post-flop, se escono Asso o Donna, spesso avrai la mano migliore con top pair e un kicker eccellente, il che significa che è il momento di puntare il tuo AQ’s sia for value sia for protection. Se incontri resistenza da parte del tuo avversario, devi stabilire le tendenze di quel giocatore per capire come continuare (è capace di fare semi-bluff/bluff o ha sempre solo mani fatte di doppia coppia/set o meglio?)

Asso-Fante

Anche se AJ suited potrebbe senz’altro essere aperto da EP a un tavolo 9-handed, dalla stessa posizione AJ off-suited dovrebbe più spesso essere passato. Mentre la “suited-ness” di una mano aggiungerà di solito solo un 2% di equity, in termini di giocabilità le mani suited giocheranno molto meglio rispetto alle loro controparti off-suited.

Oltretutto, con molti giocatori “in position” che devono ancora agire dopo di te, AJo può sicuramente cacciarti in difficili situazioni post-flop. E anche in situazioni pre-flop, mentre una mano AJ sarà di solito buona abbastanza per aprire, devi stare attento quando affronti una 3-bet+ dopo che hai aperto. Ciò è particolarmente vero se il tuo avversario è un tight player e controrilancia solo le mani migliori (AQ+ o un’overpair).

In effetti, in partite a soldi a limiti più bassi, la maggior parte dei giocatori raramente 3-betta sul bluff in pre-flop e più spesso 3-betta solo con mani di partenza molto forti, contro cui AJ non se la passa molto bene.

Se un altro giocatore rilancia per primo e gli altri passano prima di te, allora AJ ti dà una scelta interessante su come procedere:

  • 3-bettare mettendoti però nella difficile situazione di affrontare una potenziale 4-bet;
  • Vedere mettendoti nella posizione di subire uno squeeze con una mano con la quale non puoi vedere (a meno che non sia, forse, AJ suited);
  • Passare: azione spesso troppo debole per una mano così forte.

Pertanto, AJs sarà tipicamente una call o una 3-bet for value, mentre AJo potrebbe essere una call (se si affronta un avversario super loose), una fold, o un 3-bet sul bluff (se hai un range di 3-bet sul bluff). In caso di 3-bet con AJo, prendere l’iniziativa nella mano ti dà il potenziale di vincerla in pre-flop o in post-flop con fold equity, invece di cercare soltanto di fare una forte mano fatta. Si tratta di una decisione importante perché non avrà molti modi per vincere come la sua controparte suited che ha la “giocabilità” aggiuntiva di essere suited.

Asso-Dieci

Asso-Dieci è più difficile da giocare rispetto alle mani AX precedenti. Anche se AT batte gli Assi più deboli, ci sarà sempre più la possibilità di trovarti contro una mano AX migliore.

ATs può sempre costituire la parte inferiore del tuo range di apertura da UTG in una partita 6-max, ma dovrebbe essere passato facilmente da EP in una partita full-ring.

Analogamente ad AJ, provarci con ATs diventa più accettabile per la giocabilità della mano, mentre ATo è di solito migliore come 3-bet su bluff o fold. Anche se in pre-flop AT può apparire buona, ricorda che può facilmente metterti in molte situazioni da incubo/difficili da gestire in post-flop. Dunque, spesso è meglio abbandonarlo prima

.

Un accenno alla posizione al tavolo: giocare gli Assi nel poker

Tabella

Grafico di giocabilità di AX in partite a soldi 6-Max

Probabilmente, leggendo questo articolo avrai notato che più ti trovi in early position, più il tuo range di apertura deve essere ridotto. Per lo stesso motivo, in un unopened pot, puoi fare open-raise con un range più ampio quando ti trovi nelle late position.

Per aiutarti a determinare quali mani iniziali giocare da quali posizioni, ti raccomandiamo di usare i 20 grafici sul poker da conoscere assolutamente di 888poker. Usandoli come punto di partenza per le tue decisioni in pre-flop avrai una comprensione migliore e ti abituerai ai fondamentali della selezione delle mani in base alla posizione. Ti servirà anche per capire quando e come deviare dalle giocate pre-flop “standard”, a seconda delle circostanze.

In fatto di mani con cui fare flat call contro un raise, è buona regola vedere con mani che o –

  • battono/dominano mani del range di apertura del tuo avversario ma che sarebbero troppo deboli per 3-bettare for value;

O

  • sono mani con buone implied odds, come coppie basse-medie.

Per concludere, le migliori mani del tuo range dovrebbero essere controrilanciate (3bet+) contro l’open raise di un altro giocatore. Tale strategia serve per ottenere valore dalle mani più deboli, controllare l’iniziativa, costruire un piatto e guadagnare fold equity – valutando a pieno l’equity della tua mano ed evitando che il Villain si renda conto della propria, facendolo passare.

Per “bilanciare” questa strategia e non essere troppo prevedibile, potresti aggiungere anche i “3-bet su bluff’ al tuo range; ma ne parleremo in un altro articolo.

In conclusione

Come illustrato da questo articolo, non tutti gli Assi nascono uguali. È fondamentale pensare al modo in cui la seconda carta in una mano AX interagirà con l’Asso per renderla potenzialmente una mano forte (ad es. suited per colori, bassa per scale minime, alta per scale alte /buoni kicker).

Ciò detto, un Asso è comunque una carta potente nel mazzo, in quanto può essere considerata sia alta sia bassa in situazioni determinate. Tuttavia, avere un qualsiasi Asso nella tua mano non è mai un buon motivo per giocarlo. Devi vedere quali altre carte ricevi e di conseguenza giocare in modo ottimale.

Sull'autore
Di

Matthew Cluff è un giocatore di poker specializzato nelle partite 6-Max No Limit Hold’em. Inoltre si occupa regolarmente di contenuti di poker online per vari siti.