Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica. Consulta le percentuali di raccolta restituite in vincite al link e sul sito www.agenziadoganemonopoli.gov.it

Omaha Hi – Il poker da intenditori

A A A
Omaha Hi
live text on

100% fino a 1.500€

BONUS BENVENUTO

Registrati e Gioca

Una variante di poker vicina al texas hold’em ma con alcune peculiarità che ne fanno un gioco da veri intenditori. L’Omaha (o Omaha hi) si racconta sia nato negli anni ’70 nei dintorni di Detroit come figlio legittimo del texas hold’em e chiamato “two by three”, anche se il suo nome definitivo (Omaha è la maggiore città del Nebraska) lo si deve alla passione del poker in Nevada dove il gioco ha assunto il nome di un gioco molto simile e delle regole definitive. 888poker.it offre una grande varietà di tavoli di Omaha adatti ad ogni tipo di giocatore, dai più preparati ai principianti, nella variante torneo e nei tavoli cash.



Lo scopo del gioco

Del tutto simile al texas hold’em, lo scopo del gioco è quello di ottenere la mano migliore con la combinazione di 5 carte tra quelle comuni (community cards) e quelle personali (hole cards), dopo un determinato giro di scommesse con le stesse opzioni del gioco da cui deriva. La vera differenza sta nel fatto che ad ogni giocatore vengono distribuite 4 carte, con l’obbligo di costruire la sua mano utilizzandone necessariamente 2, che si dovranno aggiungere a 3 di quelle comuni.
Andiamo a vedere ora come si svolge una partita nelle sue fasi:



Fase 1: Small Blind e Big Blind (piccolo e grande Buio)

Anche qui a dare avvio alla partita sono i due giocatori che siedono immediatamente alla sinistra del dealer e che sono denominati small e big blind. Entrambi infatti dovranno effettuare una puntata (il BB è di norma il doppio dello SB) al buio, non avendo ancora ricevuto le carte personali.



Fase 2: Il primo giro di puntate

A questo punto tocca agli altri giocatori, che una volta ricevute 4 carte potranno:


Call: Chiamare la mano, ossia entrare in gioco puntando una posta che equivale al big blind.
Fold: Abbandonare la mano.
Raise: Rilanciare mettendo nel piatto una scommessa di importo maggiore rispetto al big blind o al rilancio precedente.



Fase 3: Il Flop

Inizia la fase del flop, con l’apertura sul tavolo delle prime 3 carte comuni. Segue il secondo giro di scommesse, in cui i giocatori hanno le seguenti opzioni a disposizione: 


Check: Proseguire la mano senza ulteriori puntate (opzione disponibile solo se nel giro di puntate in questione nessun giocatore ha effettuato una puntata/bet).
Bet: Effettuare una puntata, ossia entrare in gioco puntando la posta minima consentita.
Raise: Rilanciare mettendo nel piatto una scommessa di importo maggiore di quella precedente.
Call: Chiamare la mano, ossia puntare una posta che equivale all’ultima effettuata.
Fold: Abbandonare la mano.



Fase 4: Il Turn

La quarta carta comune viene girata sul tavolo (turn): inizia un nuovo giro di scommesse.



Fase 5: Il River

La quinta carta, chiamata river, viene girata sul tavolo: parte il giro di scommesse finale.



Fase 6: Lo Showdown

Si entra nella fase finale della partita con lo showdown: il giocatore che ha avuto per ultimo la parola mostra la sua mano, che dovrà obbligatoriamente essere composta da 3 carte comuni e 2 delle sue 4 carte personali. Il giocatore con il punto più alto vincerà il piatto.


Clicca qui per leggere le regole

Ti sembra interessante?